Circolare Ministero Infrastrutture su obbligo licenza comunitaria per trasporti internazionali conto terzi

757
obbligo licenza comunitaria per trasporti internazionali conto terzi

La  Direzione  generale  per  la  sicurezza stradale e l’autotrasporto del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile (MIMS) con  la  Circolare  26033  del  30  dicembre  ha  fornito alcune informazioni di carattere operativo per le imprese di autotrasporto merci in conto  terzi  interessate  dalla  modifica  relativa  all’obbligo  di  possesso  di  licenza comunitaria per i trasporti merci internazionali.

Infatti, in conseguenza alle modifiche apportate dal regolamento (UE) 2020/1055 al  regolamento  (CE)  1072/2009  in  materia  di  accesso  al  mercato  per  le  imprese  di autotrasporto merci, a partire dal 22 maggio 2022 si estenderà il campo di applicazione della licenza comunitaria anche ai trasporti effettuati con veicoli o complessi veicolari di massa a carico tecnicamente ammissibile superiore a 2,5 t. e fino a 3,5 t.

Per gli operatori che utilizzano tali veicoli per trasporti internazionali all’interno del territorio  unionale,  la  previsione  dell’obbligo  comporterà  anche  l’utilizzo  della  relativa copia conforme a bordo del veicolo interessato.

Inoltre, si evidenzia che le imprese che attualmente operano in campo internazionale con veicoli, inclusi i rimorchi, di massa a carico tecnicamente ammissibile
superiore  a  3,5  t.,  nel  caso  vogliano  utilizzare  anche  veicoli  rientranti  nella  fascia  con masse  tra  2,5  t.  e  3,5  t.,  dovranno  richiedere  le  relative  copie  conformi  ai  competenti Uffici della Motorizzazione.

La circolare del MIMS, allegata, riporta gli adempimenti necessari in relazione ad alcune possibili fattispecie, a cui si rimanda per ulteriori approfondimenti:

  • Data di inizio della licenza comunitaria
  • Imprese che dispongono di veicoli di massa superiore a 3,5 t. con o senza veicoli di massa superiore a 2,5 t. e fino a 3,5 t.;
  • Imprese che dispongono solo di veicoli di massa superiore a 2,5 t. e fino a 3,5 t.;
  • Procedure applicabili dal 21 maggio;
  • Ulteriori  indicazioni  sulle  modalità  di  presentazione  della  domanda  per licenza comunitaria.