Export carni suine e relativi prodotti verso il Canada

Aggiornamento sulla certificazione sanitaria a seguito PSA

1473
Export carni suine e relativi prodotti verso il Canada - Aggiornamento sulla certificazione sanitaria a seguito PSA

La Direzione Generale Igiene e Sicurezza degli Alimenti, Ufficio II, del Ministero della Salute ha diramato in data odierna la nota Prot. DGISAN/3531 con la quale vengono forniti importanti chiarimenti in merito al rilascio della certificazione sanitaria a seguito della conferma della presenza della Peste Suina Africana sul territorio italiano.

Come primo aspetto, si segnala che è stato aggiornato il Modello di “Certificazione aggiuntiva per l’export di carne suina e prodotti a base di carne suina dall’italia verso il Canada (misure di regionalizzazione per la PSA)” nel quale sono stati inseriti i riferimenti alla normativa comunitaria attualmente in vigore in materia di PSA (Regolamento n. 2023/594, in luogo del Reg.to 2021/605 abrogato). Il nuovo modello in formato word è riportato in allegato alla presente.

Tale attestazione dovrà essere allegata alla certificazione finale esclusivamente nel caso in cui la stessa riguardi prodotti rientranti nella categoria degli “uncooked porcine products”:

  • carni fresche, refrigerate e congelate
  • prodotti a base di carne suina stagionati (a prescindere dal periodo di stagionatura)
  • prodotti a base di carne suina trattati termicamente, ma che non rispettano i requisiti di “una temperatura interna a cuore di 70°C per un minimo di 30 minuti”.

Pertanto, per i prodotti cotti che rispettano il requisito di “una temperatura interna a cuore di 70°C per un minimo di 30 minuti” NON è necessaria la suddetta certificazione aggiuntiva.

La nota fornisce anche chiarimenti sulla compilazione del certificato sanitario per export Canada di prodotti a base di carne suina cotti.

Inoltre, vengono fornite dettagliate modalità operative per la gestione delle carni fresche e dei relativi prodotti trasformati ai fini dell’export verso il Canada in funzione della localizzazione degli stabilimenti e della tipologia di carni e/o prodotti introdotti, in base alla provenienza o meno da zone di restrizione.

In tale nota, vengono identificati i prodotti come segue:

  • Tipologia A: carni suine fresche, refrigerate e congelate;
  • Tipologia B: prodotti a base di carne suina stagionati (indipendentemente dal periodo di stagionatura)
  • Tipologia C: Prodotti a base di carne cotti che NON rispettano la condizioni di temperatura a cuore di 70°C per almeno 30 minuti;
  • Tipologia D: Prodotti a base di carne cotti a temperatura a cuore di 70°C per almeno 30 minuti.