Il Parlamento europeo approva accordo di libero scambio UE-Nuova Zelanda

Nuovi contingenti import carni bovine e ovine

1332
Il Parlamento europeo approva accordo di libero scambio UE-Nuova Zelanda - Nuovi contingenti import carni bovine e ovine

Il Parlamento europeo ha approvato l’Accordo di libero scambio UE. Nuova Zelanda con 524 voti a favore, 85 contrari e 21 astensioni.

Questo nuovo accordo è considerato “l’accordo commerciale più progressivo e sostenibile mai stipulato dall’UE” dal Presidente della Commissione Commercio internazionale Include impegni vincolanti per l’Accordo di Parigi con la possibilità di sanzioni.

In termini economici, l’accordo è relativamente modesto per l’UE, ma rappresenta una vittoria simbolica in quanto il blocco cerca di diversificare le proprie fonti di approvvigionamento con partner affini nella regione indo-pacifica in un momento di crescenti tensioni con Pechino. L’accordo prevede di incrementare gli scambi bilaterali fino al 30% e di aumentare gli investimenti dell’UE in Nuova Zelanda dell’80%. L’accordo eliminerà il 100% delle tariffe neozelandesi sulle esportazioni dell’UE al momento dell’entrata in vigore ed eliminerà il 98,5% delle tariffe dell’UE sul commercio neozelandese dopo sette anni.
L’accordo, per quanto riguarda il settore delle carni, prevedrà:

  • abolizione dei dazi all’importazione in Nuova Zelanda per le carni suine originarie della Unione europea;
  • l’apertura dei seguenti contingenti tariffari di importazione:
    • contingente di 10.000 tonnellate (peso equivalente carcassa) di carni bovine, di cui 3.333 tonnellate nel primo anno di applicazione e la restante parte con un incremento lineare in sette anni, con un dazio ad valorem del 7,5%;
    • contingente di 38.000 tonnellate di carni ovi-caprine fresche e congelate a dazio zero, di cui 12.666 tonnellate al momento dell’entrata in vigore dell’accordo e la restante parte con un incremento lineare in sei anni;
  • l’attuale contingente di importazione di carni bovine di alta qualità dalla Nuova Zelanda, pari a 846 tonnellate, subirà una riduzione del dazio ad valorem dal 20% al 7,5%;
  • la tutela di 163 denominazioni di origine comunitarie in Nuova Zelanda

Di seguito si riporta l’evoluzione dei contingenti di importazione di carni bovine ed ovi-caprine:

Carne Bovina (Dazio ad valorem 7,5%)

ANNOTONN.
Anno 0 (Entrata in vigore)3.333
Anno 14.286
Anno 25.238
Anno 36.190
Anno 47.143
Anno 58.095
Anno 69.048
Anno 7 e successivi10.000

Carne ovi-caprina fresca/refrigerata (Dazio ad valorem 0%)

ANNOTONN.
Anno 0 (Entrata in vigore)4.433
Anno 15.911
Anno 27.389
Anno 38.867
Anno 410.344
Anno 511.822
Anno 6 e successivi13.300

Carne ovi-caprina congelata (Dazio ad valorem 0%)

ANNOTONN.
Anno 0 (Entrata in vigore)8.233
Anno 110.978
Anno 213.722
Anno 316.467
Anno 419.211
Anno 521.956
Anno 6 e successivi24.700

 

L’accordo potrà entrare in vigore non appena la Nuova Zelanda avrà notificato di aver completato la procedura di ratifica.