Istat – Report su andamento economia agricola 2020

366
ISTAT - Andamento economia agricola 2020

L’Istat ha pubblicato un Report con il quale è stato analizzato l’andamento dell’economia agricola dell’anno 2020.

Segnala l’Istat che dopo la performance negativa del 2019 (-1,6% il valore aggiunto in volume), con la crisi dovuta alla pandemia da Covid-19, il settore dell’agricoltura, silvicoltura e pesca ha subito una ulteriore marcata contrazione: nel 2020 la produzione è diminuita in volume del 3,2% e il valore aggiunto del 6%.

La flessione è stata più contenuta per la produzione agricola di beni e servizi (-1,4% in volume e – 0,5% in valore), gli effetti della pandemia hanno però inciso pesantemente sulle attività secondarie dell’agricoltura (-20,3% in volume).

Il valore aggiunto dell’industria alimentare, delle bevande e del tabacco è cresciuto dell’1,8% a prezzi correnti ma è diminuito della stessa entità in volume (-1,8%). Il complesso del comparto agroalimentare (che comprende agricoltura, silvicoltura e pesca e industria alimentare) ha registrato, per la prima volta dal 2016, una diminuzione del valore aggiunto (-1,2% a prezzi correnti e -4% in volume). E’ il comparto in cui si è formato il 4,3% del valore aggiunto dell’intera economia (era il 4,1% nel 2019): il settore primario ha contribuito per il 2,2% (come nel 2019) e l’industria alimentare per il 2,1% (1,9% nel 2019).

Le conclusioni del Report dell’Istat mostrano che nonostante i risultati non positivi, il settore agroalimentare ha consolidato nel 2020 il proprio peso all’interno del quadro economico nazionale.

Su richiesta per gli associati il testo integrale del Report e le varie tabelle statistiche.