La Cina richiede agli esportatori dichiarazione in relazione Covid-19

116
Apertura Cina ai Bovini Italiani

Le Autorità cinesi (Ufficio di sicurezza alimentare per l’importazione e l’esportazione dell’Amministrazione generale delle dogane) hanno inviato al nostro Ministero della Salute nonché alle Autorità sanitarie di altri Stati membri, nonché Paesi terzi, una lettera in merito alle misure che le aziende alimentari dovrebbero adottare in relazione COVID 19.

In questa lettera, le Autorità cinesi esortano le aziende estere a seguire le linee guida dell’OMS e della FAO “”COVID-19 e sicurezza alimentare: linee guida per le aziende alimentari””, che per opportuna conoscenza si riportano in allegato alla presente, sia in lingua inglese che francese (non sono disponibili in lingua italiana).

Inoltre, le autorità cinesi chiederebbero l’istituzione di un sistema efficiente di controllo della sicurezza alimentare e l’adozione delle misure preventive necessarie per garantire che i prodotti esportati in Cina non siano contaminati da COVID 19.

Abbiamo già preso contatti con il nostro Ministero della Salute per verificare la possibilità che possa essere data una risposta come “sistema Italia”, sulla base del fatto che il nostro Paese, a fronte delle linee guida dell’OMS ha adottato il “Protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro” del 14 marzo, aggiornato lo scorso 14 aprile.