Non correlazione fra Covid-19 ed animali da allevamento

Documento su "Domande e Risposte" della Commissione europea

107
Commissione Europea

In data odierna i Servizi della Commissione europea sul sito istituzionale hanno pubblicato un documento su “Domande e Risposte” (Q&A) per fornire chiarimenti a seguito di crescenti affermazioni che stabilivano una correlazione fra gli animali (compresi gli animali da allevamento) e l’infezione da Covid-19.

Si sottolinea l’attenzione sul punto 2.6 del documento (riportato a pagina 5) nel quale viene chiarito:

“”2.6. Esiste un rischio specifico di infezione da SARS-CoV-2 da animali da allevamento?

 

 

Non ci sono prove scientifiche che indicano che il bestiame può essere infettato da SARS-CoV-2. Inoltre, i risultati preliminari degli studi suggeriscono che pollame e maiali non sono sensibili alla SARS-CoV-2. La produzione di bestiame nell’UE ha i più alti standard di sicurezza alimentare, salute e benessere degli animali e protezione dell’ambiente, che riducono enormemente il rischio di trasmissione di agenti patogeni. In effetti, alti livelli di biosicurezza nelle aziende agricole limitano considerevolmente la potenziale esposizione degli animali da allevamento a qualsiasi agente zoonotico.””

CLICCA QUI