Nuovi finanziamenti agevolati Simest a valere su risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

681
Simest - Finanziamenti Piano Nazionale di Ripresa e di Resilienza

È stata sulla Gazzetta Ufficiale n. 237 del 4 ottobre la delibera quadro del Comitato agevolazioni di Simest, società del Gruppo Cassa Depositi e Prestiti, di approvazione della politica di investimento e delle correlate circolari operative dei tre interventi attuativi di realizzazione della Sub-Misura «Rifinanziamento e ridefinizione del Fondo 394/81» (M1C2 Investimento 5.1) del PNRR ed in attuazione dell’art. 11 del decreto-legge 10 settembre 2021, n. 121.

Il Fondo 394, gestito da Simest in convenzione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, è stato dotato complessivamente di 1,2 miliardi di euro – di cui 400 milioni relativi alla quota di cofinanziamento a fondo perduto.

Per assicurare la massima diffusione degli interventi agevolativi e consentire l’accesso a un più ampio numero di imprese, ogni azienda potrà presentare una sola domanda di finanziamento che prevede un tasso agevolato pari al 10% del Tasso di Riferimento UE e attualmente pari allo 0,055% annuo, con una quota di cofinanziamento a fondo perduto fino al 25%, nel limite delle agevolazioni pubbliche complessive concesse in regime di Temporary framework, e senza necessità di presentare garanzie.

Il tetto di cofinanziamento a fondo perduto sale fino al 40% per le PMI con sede operativa (da almeno 6 mesi) nel Sud Italia (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia); a queste imprese è altresì riservato il 40% della dotazione complessiva del Fondo, ossia 480 milioni di euro.

Il cofinanziamento a fondo perduto in regime di Temporary Framework è, allo stato, concedibile per le richieste deliberate fino al 31 dicembre 2021.

Le risorse del Fondo vengono veicolate attraverso tre nuovi strumenti:

  • transizione digitale ed ecologica delle PMI a vocazione internazionale;
  • partecipazione delle PMI a fiere e mostre internazionali, anche in Italia, e missioni di sistema;
  • sviluppo del commercio elettronico delle PMI in Paesi esteri (e-commerce).

Si riassumono di seguito le principali caratteristiche dei tre strumenti.

  1. Transizione digitale ed ecologica delle PMI con vocazione internazionale. È un finanziamento agevolato, dedicato alle PMI costituite in forma di società di capitali, con un fatturato export di almeno il 10% nell’ultimo anno o del 20% nell’ultimo biennio. Le risorse ottenute dovranno essere destinate per una quota almeno pari al 50% a investimenti per la transizione digitale e per la restante quota a investimenti per la transizione ecologica e la competitività internazionale. Il finanziamento ha una durata di 6 anni, con 2 di pre-ammortamento e un importo massimo finanziabile di 300mila euro che non può comunque superare il 25% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati.
  2. Partecipazione delle PMI a fiere e mostre internazionali, anche in Italia, e missioni di sistema (ossia missioni finalizzate alla promozione imprenditoriale del c.d. “sistema Italia” nei mercati internazionali). È un finanziamento agevolato per la partecipazione di PMI a un singolo evento di carattere internazionale, anche virtuale, tra: fiera, mostra, missione imprenditoriale e missione di sistema, per promuovere l’attività d’impresa sui mercati esteri o in Italia. Almeno il 30% del finanziamento deve essere destinato a spese digitali connesse all’evento, a meno che l’evento stesso non sia a tema digital o ecologico. L’importo massimo del finanziamento è pari a 150mila euro e non può comunque superare il 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati. Il periodo di rimborso è di 4 anni, con 1 anno di pre-ammortamento.
  3. Sviluppo del commercio elettronico delle PMI in Paesi esteri (E-commerce). È un finanziamento agevolato, dedicato alle PMI costituite in forma di società di capitali, per la creazione o il miglioramento di una piattaforma propria di e-commerce o l’accesso a una piattaforma di terzi (market place) di beni o servizi prodotti in Italia o con marchio italiano. L’importo minimo dell’intervento che l’impresa può richiedere è pari a 10 mila euro, mentre l’imposto massimo è pari a euro 300 mila per la piattaforma propria e pari a 200 mila euro per l’accesso a piattaforma di terzi. In ogni caso, il finanziamento non può essere superiore al 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati. La durata dei finanziamenti è di 4 anni con 1 anno di pre-ammortamento.

Sono finanziabili le sole spese ammissibili indicate all’interno delle Circolari Simest di ciascuno strumento (che si allegano alla presente Comunicazione).

Tutte le spese finanziate devono essere coerenti con i principi del “non arrecare un danno significativo” (Do Not Significant Harm – DNSH, i cui orientamenti tecnici sono stati forniti dalla Commissione Ue con comunicazione C(2021) 1054 final). In base a tali principi, per ciascuna delle spese rendicontate sarà necessario dichiararne la rispondenza a specifici requisiti di sostenibilità ambientale, pena l’inammissibilità della spesa. Simest mette a disposizione delle Schede tecniche circa le dichiarazioni/certificazioni necessarie per l’ammissibilità delle spese.

Le spese devono essere sostenute a partire dalla data di ricezione di esito della domanda, che conterrà il CUP (Codice Unico di Progetto) ed entro la fine del periodo di preammortamento.
Il pagamento delle spese dovrà avvenire attraverso un Conto corrente dedicato e indicando all’interno della causale di ogni pagamento/movimentazione i riferimenti delle fatture, numero CUP e riferimento al PNRR.
Il prossimo 28 ottobre alle ore 9:30 si aprirà il Portale operativo per la ricezione delle domande di finanziamento, ma già dal 21 ottobre, le imprese potranno pre-caricare il modulo di domanda firmato digitalmente, con l’obiettivo di agevolare l’iter di richiesta dei fondi.
Per gli ulteriori dettagli operativi della misura, si rinvia al seguente link di Simest

https://www.simest.it/finanziamenti-pnrr/finanziamenti-agevolati-pnrr-nextgenerationeu