Peste Suina Africana – Ampliate le Zone di Restrizione dell’Italia

1663
Peste Suina Africana - Ampliate le Zone di Restrizione dell'Italia

Sulla Gazzetta Ufficiale europea, Serie L, del 23 marzo, è stato pubblicato il Regolamento n. 2020/968, che modifica il precedente n. 2023/594, a seguito dell’aggiornamento delle Zone di Restrizione del territorio italiano a seguito dell’evoluzione dell’epidemia di Peste Suina Africana.

Di seguito si riportano solo le Province che hanno registrato nuove introduzioni di Comuni in Zona di Restrizione I o Zona di Restrizione II. I Comuni introdotti rispetto al precedente Regolamento n. 2024/808 sono riportati in grassetto:

Zona di Restrizione I:

  • Provincia di Parma: Bore, Salsomaggiore Terme, Pellegrino Parmense, Monchio delle Corti, Solignano, Varano dé Melegari, Corniglio, Calestano, Terenzo
  • Provincia di Milano: Gudo Visconti, Albairate, Rosate, Vermezzo con Zelo, Basiglio, Binasco, Gaggiano, Lacchiarella, Noviglio, Pieve Emanuele, Rozzano, Zibido San Giacomo, Robecco sul Naviglio, Cassinetta di Lugagnano, Buccinasco, Assago, Trezzano sul Naviglio, Opera, Locate di Triulzi, Carpiano.

Zona di Restrizione II:

 

  • Provincia di Milano: Motta Visconti, Besate, Ozzero, Morimondo, Abbiategrasso, Vernate, Casarile, Calvignasco, Bubbiano.
  • Provincia di Parma: Tornolo, Bedonia, Compiano, Albareto, Bardi, Borgo Val di Taro, Varsi, Valmozzola, Berceto.

Con il nuovo regolamento, in vigore da domani 23 marzo, sono state aggiornate anche le Zone di Restrizione della Rep. Ceca, della Polonia e della Slovacchia.

Su richiesta per gli associati il testo integrale del nuovo regolamento comunitario.