Pubblicata Legge di conversione DL “Sostegni bis”

632
DL Sostegni Bis

E’ stato approvato un maxi emendamento che racchiude tutte le norme del DL Sostegni bis. Di seguito si sintetizzano quelle di maggiore interesse:

 

  • è stato inserito uno stanziamento di 5 milioni € per l’anno 2021 per compensare l’incremento dei costi di produzione per gli allevatori di bovini (art. 68, comma 2bis);
  • percentuali di compensazione IVA applicabili alla cessioni di bovini e suini vivi: per l’anno 2021 la percentuale viene elevata al 9,5% per entrambe le specie (si ricorda che attualmente la percentuale è del 7,65% per i bovini e 7,95% per i suini)
  • indennità lavoratori settore agricolo: è prevista una indennità una tantum di 800 Euro per gli operai agricoli a tempo determinato che nel 2020 abbiano effettuato almeno 50 giornate lavorative effettive di attività di lavoro agricolo;
  • esonero contributivo per filiere agricole agrituristiche e vitivinicole: è previsto esonero dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL, per la quota a carico dei datori di lavoro per la mensilità relativa a febbraio 2021;
  • interventi per imprese agricole danneggiate da avversità atmosferiche: i danni da gelate e brinate eccezionali verificatisi nei mesi di aprile, maggio e giugno 2021 (precedentemente era solo il mese di aprile) che non beneficiavano di copertura assicurativa, possono accedere agli interventi per la ripresa economica di cui al decreto legislativo 102/2019;
  • cumulabilità garanzia Fondo Centrale Garanzia (Fondo) con altre operazioni di investimento immobiliare agricolo: viene consentito alle aziende agricole, in merito ad operazioni di investimento immobiliare di importo superiore a 100.000 € e durata minima di 10 anni, di ottenere la stessa possibilità riservata alle imprese del settore turistico-alberghiero, di somma la garanzia del Fondo ad altre garanzie (es. ipoteca).
  • è stata aumentata da 10 a 15 milioni € la soglia di fatturato necessaria per le imprese che possono beneficiare del contributo a fondo perduto;
  • fondo di 40 milioni € per le attività chiuse almeno 100 giorni (contro i 4 mesi previsti in precedenza);
  • fondo di 60 milioni per Horeca e attività intrattenimento: viene previsto contributo a fondo perduto per un importo di 60 milioni € nel 2021;
  • viene incrementato di 50 milioni il fondo in favore di fiere e servizi di logistica e viene previsto un fondo di 100 milioni € per la ristorazione collettiva.

Su richiesta per gli associati il testo della Legge nel testo coordinato con le modifiche intervenute in sede di conversione, unitamente ad un documento della Confcommercio che riepiloga tutte le misure previste dal citato DL Sostegni bis.