Regolamento di esecuzione per l’identificazione e registrazione degli animali

Dal 21 aprile tempistica notifica in BDN a 7 giorni

342

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale europea L 104 del 25 marzo il Regolamento n. 2021/520 con il quale si dà esecuzione al Reg.to 2016/429 in materia di sanità animale.

Nello specifico, il nuovo regolamento stabilisce le regole per la tracciabilità degli animali e, quindi, per la loro corretta identificazione e registrazione nella Banca Dati Nazionale dei vari Stati membri.

A titolo di esempio, il nuovo regolamento conferma le disposizioni attualmente previste in merito all’obbligo di identificare gli animali nati in azienda entro il termine di 20 giorni dalla nascita.

Per quanto riguarda, invece, l’invio delle notifiche alla BDN relative alle movimentazioni, nascite e decessi dei bovini, ovini, caprini e suini è fissato un termine perentorio di 7 giorni dalla data dell’evento; su questo aspetto dobbiamo sottolineare una importante novità a livello nazionale e cioè che non verrà più prevista la possibilità di concedere ulteriori 5 giorni per la registrazione nel caso la stessa venga effettuata da un delegato dell’operatore.

Pertanto, dal 21 aprile 2021, data di entrata in vigore del nuovo Regolamento sarà fondamentale che qualsiasi notifica alla BDN venga inviata entro 7 giorni dall”evento.

Il nuovo regolamento, inoltre, da la possibilità agli Stati membri di introdurre eventuali aggiornamenti in materia di mezzi di identificazione degli animali. Tuttavia è previsto che fino al 20 aprile 2023 potranno essere utilizzati gli attuali mezzi di identificazione per i bovini, suini e ovi-caprini. Ovviamente, seguiremo da vicino con il Ministero della Salute (che dovrà confrontarsi anche con le Regioni) qualsiasi possibile valutazione su eventuali modifiche si intedesse introdurre alle attuali disposizioni in materia.

Su richiesta per gli associati il testo integrale del nuovo Regolamento a fronte del quale saranno predisposte specifiche circolari esplicative da parte del Ministero della Salute.