Schema Decreto Legislativo su semplificazione controlli sulle attività economiche

1262
Schema Decreto Legislativo su semplificazione controlli sulle attività economiche

Di seguito lo “Schema di decreto legislativo recante semplificazione dei controlli sulle attività economiche in attuazione della delega al governo di cui all’art. 27, comma 1 della legge 5 agosto 2022, n. 118”, unitamente alla relativa relazione illustrativa.

Sulla prima bozza di provvedimento si è svolta presso la Funzione pubblica, lo scorso 9 maggio, una prima riunione sull’attuazione della delega in materia di semplificazione dei controlli alle attività produttive di cui all’articolo 27 della legge sulla concorrenza (n.118/2022) di cui la bozza costituisce attuazione.

Abbiamo condiviso ed apprezzato il provvedimento volto ad indirizzare e a rendere uniforme l’attività di controllo sulle attività economiche, mediante individuazione di misure in materia di semplificazione sia per le imprese ubicate su  tutto il territorio nazionale, che per le numerose amministrazioni competenti.

In particolare, si rileva con soddisfazione la previsione di un’autorità di coordinamento che è stata  individuata nella Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Funzione Pubblica (art. 7, comma 4) che potrà fungere da guida sia per l’effettuazione dei censimenti degli obblighi  e degli adempimenti in capo a ciascuna amministrazione, sia per favorire la definizione di accordi e convenzioni per coordinare le attività delle diverse amministrazioni.

Infine, in merito al fascicolo informatico (art. 8), si condivide il ricorso al tale strumento per l’elaborazione dei dati e delle informazioni per la valutazione del rischio, nonché per la verifica sui controlli già svolti da ogni amministrazione anche se non sono disponibili dati aggiornati sulla consistenza numerica e sulla qualità delle informazioni contenute nei fascicoli.

Il provvedimento dovrà ora essere sottoposto a parere parlamentare.

Si ricorda che (circa la tempistica di attuazione della delega), ai sensi del citato art 27 il decreto legislativo dovrà essere adottato entro dieci mesi, ossia entro la fine di luglio 2023.