Peste suina africana – Nuovo caso in Germania, in Bassa Sassonia che interessa un patrimonio di 200.000 suini

588
Peste suina africana - Nuovo caso in Germania - Bassa Sassonia

Il 2 luglio il Laboratorio Nazionale di Riferimento Friedrich-Loeffler-Institut (FLI) della Germania, ha confermato i risultati dei rispettivi laboratori statali in merito al riscontro di casi di peste suina africana in due allevamenti di suini domestici rispettivamente in Bassa Sassonia e nel Brandeburgo.

Il focolaio più preoccupante è quello comparso in Bassa Sassonia, in un’area fino ad ora non colpita dalla malattia e che dista soli 20 km dal confine con l’Olanda (in calce alla presente è riportata la localizzazione del focolaio). In Bassa Sassonia è stata applicata una zona di restrizione del raggio di 10 km intorno all’azienda interessata. In tale area ci sono 296 allevamenti con oltre 195.000 suini. In tale area è previsto il blocco della movimentazione dei suini.

La fonte dell’infezione è ancora sconosciuta. Tuttavia, sembra che il fattore umano sia coinvolto.

Un progetto di regolamento riguardante le misure di emergenza relative alla peste suina africana in Germania è stato presentato oggi alla riunione del Comitato Veterinario Permanente (sezione SCoPAFF “Salute e benessere degli animali”) a Bruxelles.