Rapporto della Commissione sul commercio agroalimentare della UE

Agosto 2023

1390
Rapporto della Commissione sul commercio agroalimentare della UE - Agosto 2023

La Direzione Generale Agricoltura della Commissione europea ha diramato il rapporto mensile sul commercio agroalimentare dal quale emerge che, dopo il rallentamento del mese di luglio 2023, la bilancia commerciale agroalimentare dell’UE ha raggiunto i 5,7 miliardi di euro nel mese di agosto 2023. Il saldo commerciale cumulativo (da gennaio ad agosto 2023) ha raggiunto i 44,3 miliardi di euro, con un aumento di 7,5 miliardi di euro rispetto allo stesso periodo del 2022. Questi sono i principali risultati dell’ultimo rapporto mensile sul commercio agroalimentare pubblicato dalla Commissione europea il 24 novembre 2023.

Esportazioni

Nell’agosto 2023, le esportazioni agroalimentari dell’UE sono rimaste stabili a 18,2 miliardi di euro. I prezzi all’esportazione per tutti i prodotti sono rimasti elevati nel 2023.

Per quanto riguarda le destinazioni delle esportazioni rispetto al 2022, c’è stata un’evoluzione significativa per le esportazioni verso la Turchia (851 milioni di euro, +34%), mentre le esportazioni dell’UE verso gli Stati Uniti sono diminuite dell’8% (-1.561 milioni di euro), così come verso l’Egitto sono diminuite del 35% (-635 milioni di euro) e l’Algeria (-20%, -502 milioni di euro).

Le tre principali destinazioni delle esportazioni agroalimentari dell’UE tra gennaio e agosto 2023 sono rimaste il Regno Unito, gli Stati Uniti e la Cina.

Importazioni

Le importazioni dell’UE sono aumentate del 5% nel mese di agosto 2023, raggiungendo 12,5 miliardi di euro, ancora il 15% al di sotto del livello dell’agosto 2022. Tuttavia, le importazioni cumulate da gennaio ad agosto 2023 hanno raggiunto i 107,4 miliardi di euro, registrando un leggero calo rispetto allo stesso periodo del 2022 (-3 miliardi di euro, -3%).

Le importazioni del 2023 sono diminuite soprattutto da Brasile e Argentina. Sono stati registrati cali anche da Australia e Filippine.

I primi tre Paesi importatori per la UE tra gennaio e agosto 2023 sono stati Brasile, Regno Unito e Ucraina.

Su richiesta per gli associati il testo integrale del rapporto della Commissione.