Etichettatura dei prodotti alimentari. Interrogazione del Parlamento alla Commissione europea

41
Etichettatura

I parlamentari europei Paolo De Castro (S & D)e Herbert Dorfmann (Ppe), coordinatori dei rispettivi gruppi della Commissione agricoltura del parlamento europeo, hanno presentato alla Commissione europea una interrogazione scritta in materia di etichettatura dei prodotti alimentari.

Il testo dell’interrogazione, sottoscritto anche da altri 19 europarlamentari italiani delle Commissioni agricoltura, ambiente, mercato interno e protezione del consumatore, indica che “”l’azione non coordinata verso gli obiettivi fondamentali di sicurezza alimentare, trasparenza e protezione dei consumatori ha portato alla proliferazione di sistemi di etichettatura che stanno frammentando il mercato unico europeo””.

Di conseguenza – si legge nell’interrogazione – “”i consumatori si trovano ad affrontare schemi di etichettatura di origine e nutrizionale diversi ed incoerenti nei vari Stati membri, a volte addirittura imposti dai rivenditori; senza contare che i sistemi di etichettatura attualmente applicati in Francia e Regno Unito fuorviano le scelte dei consumatori, senza fornire informazioni esaustive e specifiche sui nutrienti, sulla base di assunzioni giornaliere di riferimento per consumatore medio””.

I parlamentari, con la citata interrogazione, richiedono alla Commissione europea di agire, cercando un ampio consenso nella comunità scientifica della UE, coinvolgendo anche l’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa).

Ci sembra fondamentale che l’approccio sull’etichettatura di origine e nutrizionale avvenga sempre e solo a livello europeo e sia, quindi, uguale per tutti al fine di evitare una sleale concorrenza tra le aziende dei diversi Paesi UE.